01/03/2018

Affrontare la perdita di biodiversità è una delle principali sfide di oggi per uno sviluppo sostenibile del nostro pianeta. In linea con la sua mission e le sue direzioni di ricerca, dal 2018 la Fondazione CMCC è diventata partner della rete BIOdiversity and Economics for Conservation (BIOECON).

BIOECON, attualmente composta da 27 partner, riunisce economisti, scienziati e giuristi provenienti da istituzioni accademiche e di ricerca internazionali con le principali organizzazioni politiche impegnate nella progettazione e implementazione di incentivi economici all’avanguardia per la conservazione della biodiversità. Il suo scopo principale è quello di investigare i fattori ambientali ed economici responsabili della perdita di biodiversità e, di conseguenza, sviluppare strumenti e politiche che possano arrestare se non invertire gli effetti di questi fattori.

La ricerca della Fondazione CMCC sul tema si concentra principalmente sulla mappatura della biodiversità, la perdita e la frammentazione di habitat; la modellizzazione degli impatti dei cambiamenti climatici sulla biodiversità, sull’agricoltura, sugli ecosistemi e sui sistemi naturali; la valutazione dei rischi e dei costi dei cambiamenti climatici per rispondere alle diverse esigenze degli utenti finali afferenti ai mondi della ricerca, del business, degli investimenti e della politica.

BIOECON funge da catalizzatore per diffondere i principali risultati della ricerca su questi temi attraverso una serie di attività, tra cui il suo Annual Meeting, che rappresenta un’opportunità per il networking e la condivisione di lezioni ed esperienze con altri ricercatori, professionisti ambientali, organizzazioni internazionali e decisori politici.

Per ulteriori informazioni, visita il sito BIOECON.