19/01/2018

Le minacce ambientali dominano il panorama descritto dal Global Risks Report 2018, l’ultimo rapporto sui rischi globali del World Economic Forum (WEF).

L’edizione 2018 della pubblicazione di punta del WEF, diffusa ogni anno a gennaio, indica gli eventi meteorologici estremi, le calamità naturali e la mancata attuazione di adeguate misure di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, come le cinque minacce più probabili nei prossimi 10 anni. Il WEF segnala inoltre che il livello di emissioni di CO2 registrato nel 2017 (aumentate per la prima volta negli ultimi quattro anni) sia un ulteriore segnale della crescente urgenza di un’azione coordinata sul clima.

Basato sul contributo di circa 1000 esperti e decision-makers, il rapporto indica le cinque tipologie di rischi ambientali – eventi meteorologici estremi, perdita di biodiversità e collasso dell’ecosistema, disastri naturali, disastri ambientali causati dall’uomo, fallimento delle strategie di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici – come le minacce più rilevanti in termini di probabilità e impatto. Gli eventi meteorologici estremi emergono come rischio principale considerando entrambi i criteri (vedi il grafico sottostante – clicca per ingrandire – ed esplora tutti i risultati del Global Risks Report 2018).

20180120_report_WEF_Fig1
In particolare, il rapporto pone l’attenzione sui pericoli che possono sorgere a causa della profonda interconnessione sia tra i rischi ambientali osservati, sia tra questi e i rischi di altro tipo, come le crisi idriche e alimentari, o le migrazione involontarie.

L’edizione 2018 introduce anche una nuova sezione dedicata a 10 potenziali “shock futuri” che possono colpire un mondo sempre più complesso e interconnesso, in cui sviluppi improvvisi e drammatici – come drastiche interruzioni nell’approvvigionamento alimentare, proliferazione incontrollata dell’intelligenza artificiale, crisi dei sistemi democratici e conflitti informatici non regolamentati – sono sempre più probabili.

Con la ripresa dell’economia globale, il rapporto pone l’attenzione sulle migliori prospettive economiche che mettono i leader globali in condizioni più favorevoli per affrontare le fragilità crescenti e diffuse che caratterizzano i sistemi sociali ed economici, i rapporti internazionali e gli ecosistemi.

Leggi la versione integrale del report.