Batte a Lecce il cuore della ricerca internazionale sul clima

Batte a Lecce il cuore della ricerca internazionale sul clima

Posted on

Applicazioni all’avanguardia in grado di fornire previsioni sullo stato del mare e previsioni delle condizioni meteorologiche. Servizi per gli utenti del mare: software sviluppati per la sicurezza della navigazione, per rendere più agevole la determinazione della rotta ottimale, o per supportare vari tipi di operazioni, come prevedere la direzione di corpi in balia delle correnti e facilitare le operazioni di salvataggio, o il calcolo della traiettoria di dispersione di un inquinante.
Athena, il supercomputer CMCC con oltre 7000 processori che lavorano insieme per simulare processi climatici molto complessi, in grado di erogare fino a 160 mila miliardi di operazioni al secondo. Una delle macchine più potenti a livello nazionale, e anche europeo, per simulare il clima dei prossimi decenni, che si pensa già di potenziare: presto Athena sarà spenta e un nuovo supercalcolatore, in grado di effettuare oltre 2 milioni di miliardi di operazioni al secondo, ridurrà notevolmente i tempi tecnici per effettuare le simulazioni.
Giovanni Coppini, Direttore della Divisione di ricerca OPA – Ocean Predictions and Applications e dell’Ocean-Lab di Lecce, e il prof. Giovanni Aloisio, a capo del Supercomputing Center, raccontano ai microfoni di “Memex – I luoghi della scienza” le principali attività di ricerca del CMCC, e in particolare quelle della sua sede di Lecce.

Ascolta le interviste complete (dal minuto 17:30).

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart