14/05/2018
CC Neil Moralee @Flickr.com

La recente pubblicazione National climate change vulnerability and risk assessments in Europe 2018“ è la prima revisione di come i 33 Paesi membri dell’Agenzia Europea dell’Ambiente (European Environment Agency, EEA) abbiano valutato i rischi derivanti dai cambiamenti climatici, come gli effetti di ondate di calore, alluvioni, siccità e tempeste. Includendo i 28 Stati membri dell’Unione Europea, lo studio fa anche il punto su come queste informazioni siano state usate per sviluppare politiche di adattamento per affrontare i rischi.

Il rapporto si basa su un sondaggio completato da 24 dei 33 paesi membri dell’Agenzia, mentre ulteriori informazioni sono state raccolte attraverso Climate-ADAPT, la piattaforma europea dedicata all’adattamento ai cambiamenti climatici, e da altre fonti pubbliche.

I risultati contribuiranno alla valutazione della strategia di adattamento dell’Unione Europea, attualmente condotta della Commissione, e contribuiranno alle decisioni da adottare per prepararsi meglio agli impatti dei cambiamenti climatici nei settori chiave più vulnerabili, come l’agricoltura, la pesca, la protezione della biodiversità, la pianificazione territoriale e lo sviluppo delle infrastrutture.

Secondo lo studio, quasi tutti i 33 Paesi considerati hanno adottato una strategia nazionale di adattamento (NAS) e oltre la metà ha adottato un piano nazionale di adattamento (NAP). Inoltre, quasi tutti hanno condotto almeno una valutazione nazionale di impatto, vulnerabilità e rischio (o valutazione CCIV, acronimo per: climate change impact, vulnerability and risk assessment).

Il lavoro dell’Agenzia Europea dell’Ambiente è stato supportato da ETC/CCA (European Topic Centre on Climate Change Impacts, Vulnerability and Adaptation), un consorzio di organizzazioni europee coordinato dalla Fondazione CMCC.

Per approfondire:
Il rapporto AEA: “National climate change vulnerability and risk assessments in Europe, 2018
Il comunicato stampa dell’AEA: “Adapting to climate change: European countries assess vulnerability and risks